venerdì 27 settembre 2013

mercoledì 25 settembre 2013

lunedì 23 settembre 2013

venerdì 20 settembre 2013

Passa Parola ..

.. «Il “Comandamento dell’amore” vissuto cambia i rapporti»

Ciao! Giò :)

mercoledì 18 settembre 2013

martedì 17 settembre 2013

mercoledì 11 settembre 2013

lunedì 9 settembre 2013

PASSA PAROLA ..

.. "Di tanto in tanto analizziamo il nostro amore vicendevole" :)

Ciao ciao.
Giò

domenica 8 settembre 2013

Ciao.. Buona domenica!



.. "AMIAMO L'ALTRO COSI' DA ESSERE RIAMATI"


XXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO; nel Vangelo (Lc 14,25-33) ci colpisce l’esigenza di Gesù: «Se uno […] non mi ama più di quanto ami suo padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle […], non può essere mio discepolo» (v. 26). Chiara ci ha insegnato con “l’Arte di amare” come poter mettere Dio al primo posto, proprio amando di cuore tutti. Così: «Amare tutti, amare per primi, amare l’altro come sé stessi, amare anche il nemico; amare Gesù nell’altro, secondo le sue parole: “… l’avrete fatto a Me”. Amare in modo tale da suscitare l’amore nell’altro e diventi così reciproco, secondo il suo comando: amatevi come io vi ho amato”». Amando in tal modo, non c’è più dilemma: non si può «amare il padre e la madre e chiunque altro più di Gesù», perché in tutti si ama Lui, e l’amore ritorna: come oggi ci chiede l’attuazione del passaparola: «Amiamo l’altro così da essere riamati». (Giuseppe Fulceri)

------  ------   ---- ----

Parola di Vita di Settembre 2013: «Non amiamo a parole né con la lingua, ma con i fatti e nella verità» (1 Gv 3,18).

---------------

Vangelo secondo Luca - cap. 14

In quel tempo, [25]una folla numerosa andava con Gesù. Egli si voltò e disse loro: [26] «Se uno viene a me e non mi ama più di quanto ami suo padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo. [27]Colui che non porta la propria croce e non viene dietro a me, non può essere mio discepolo. [28]Chi di voi, volendo costruire una torre, non siede prima a calcolare la spesa e a vedere se ha i mezzi per portarla a termine? [29]Per evitare che, se getta le fondamenta e non è in grado di finire il lavoro, tutti coloro che vedono comincino a deriderlo, dicendo: [30] “Costui ha iniziato a costruire, ma non è stato capace di finire il lavoro”. [31]Oppure quale re, partendo in guerra contro un altro re, non siede prima a esaminare se può affrontare con diecimila uomini chi gli viene incontro con ventimila? [32]Se no, mentre l’altro è ancora lontano, gli manda dei messaggeri per chiedere pace. [33]Così chiunque di voi non rinuncia a tutti i suoi averi, non può essere mio discepolo».


Ciao e buona domenica!
Giò


venerdì 6 settembre 2013

mercoledì 4 settembre 2013

lunedì 2 settembre 2013